Capacità di adattamento dei contenuti digitali

La capacità di adattamento è da sempre alla base della prosperità e del successo. Come sono e come saranno i contenuti adattabili nel Digital Marketing?

“Cambiare costantemente rimanendo gli stessi” è uno degli ultimi stratagemmi enunciati da Nardone in “Cavalcare la Propria Tigre”. Libro interessante, ti suggerisco di leggerlo.

Lo stratagemma è di facile comprensione mentre l’applicazione pratica richiede tanto studio e allenamento mentale. Si concentra sul fatto che se si riesce a essere adattabili nella vita, nel combattimento, nel dialogo, si ha la meglio sull’avversario o interlocutore che sia.

Nel combattimento basti pensare alle arti marziali cosiddette morbide come il Tai Chi e l’Aikido, nelle quali il combattente esperto non contrasta le mosse dell’avversario ma si adatta a loro per renderle parte della propria strategia di attacco.

Nella comunicazione e nella persuasione, nulla esprime meglio l’applicabilità di questo stratagemma se non che Richard Bandler con la Programmazione Neuro Linguistica dove, per entrare in empatia con qualcuno e portarlo verso di noi, bisogna calibrare (capire chi hai davanti), fare rapport (adattarsi sotto molti aspetti al suo stile comunicativo), andare in guida (guidare l’interlocutore verso ciò che riteniamo più opportuno). In altre parole, bisogna cambiare pur rimanendo se stessi.

Nella comunicazione in ambito vendita, posso immaginare un bravo commesso in un negozio che, sfruttando questo stratagemma, riesce a concludere un buon affare.

Ma come si procede in ambito digitale, dove non puoi parlare direttamente con le persone ma devi interagire attraverso contenuti come testi, immagini e video che, una volta realizzati e pubblicati, non sono più modificabili, adattabili?

Un esempio chiaro di adattabilità dei contenuti digitali lo possiamo riscontrare nella capacità che oggigiorno hanno siti web e applicativi di adattarsi a dispositivi di varie dimensioni. Questo ci consente di prevedere nella nostra strategia di digital marketing la pratica del cross-device ed essere ottimizzati anche per questa.

L’email marketing è un altro contesto nel quale, grazie alle tecniche di segmentazione e alla capacità delle piattaforme, possiamo adattare le nostre comunicazioni a più target diversi e giungere ogni volta in modo diverso e personalizzato.

Gli ultimi aggiornamenti delle piattaforme di advertising, mi riferisco in particolare Google Ads, hanno integrato potenti algoritmi che sfruttano il Machine Learning e l’Intelligenza Artificiale per la creazione di annunci adattabili al visitatore.

Siamo tuttavia molto lontani da quello che ritengo potrà essere il futuro del digital marketing dal punto di vista dell’adattabilità dei contenuti.

Posso immaginare landing page che si adattano in tempo reale. Un potente computer quantistico ti conosce alla perfezione, sa tutto di te. Guida un algoritmo che, mentre la pagina carica (qualche nano secondo) elabora per te testi, immagini e video che sono esattamente ciò che vuoi vedere e sentire in quel preciso istante. Non una parola sbagliata, non un colore fuori posto o una nota stonata. Solo la perfezione, espressa da un’intelligenza superiore, nell’adattarsi alle tue necessità di quell’istante.

Al momento è solo fantasia ma che potrebbe velocemente diventare realtà. Che ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *