Carburanti per la prossima generazione di automobilisti

Cartelloni pubblicitari per la prossima generazione di marketer?
Certe pubblicità dovrebbero essere vietate. Vediamo perché

La mattina, mentre faccio sport, mi sintonizzo su Virgin Radio con Ringo che mi fa ascoltare quasi sempre buona musica. Colgo occasione per sentire anche le ultime tendenze delle pubblicità radiofoniche. Contenuti, stile e arte di questi spot possono a volte essere d’ispirazione. C’è tuttavia un messaggio pubblicitario sul quale m’incastro particolarmente.

Lo spot in questione è di una nota marca di carburanti. Si, quelli che ancora trivellano il pianeta per tirar fuori il petrolio, trasformarlo in carburante e vendercelo a caro prezzo.

Insomma, parliamo di un’azienda border line tra il giurassico, vietato, appena consentito, sull’orlo dell’estinzione. Eppure a questa azienda è consentito fare pubblicità fuorviante e ingannevole.

Non ricordo il testo dello spot parola per parola, ma il messaggio è chiaro: “Produciamo carburanti che fanno bene alla salute. Continuate a usarli per sempre e staremo tutti meglio”.

lo spot termina con la frase “carburanti per la prossima generazione di automobilisti”.

Il che suona vagamente paradossale. Ma chi è questo genio del marketing che ha scritto questa cosa? Voglio conoscerlo! Mi arricchirebbe.

Sarebbe come dire che il vinile è l’ultimo trend per l’ascolto della musica “Vinili per la prossima generazione di ascoltatori”, oppure come dire che il cartellone pubblicitario è il supporto per la pubblicità del futuro “Cartelloni pubblicitari per la prossima generazione di marketer”.

La mia prossima auto sarà Full Electric, costi quel che costi. Ho 45 anni.

Mi spiega cortesemente, signor genio del marketing, chi sono la prossima generazione di automobilisti?

Ragionando in termini generazionali, i miei figli forse? I figli dei miei figli?

Quindi lei pensa che un ragazzo che prenderà la patente tra 5/10 anni acquisterà un’auto a carburante e acquisterà il suo carburante?

Speriamo di no!

Ingannevole perché indica alle persone che il futuro sta andando verso il passato. Fuorviante perché induce una generazione di automobilisti a convincersi che il loro futuro sarà come il presente, pieno di smog in un mondo in declino.

Speriamo di no!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *