Video: come impattano sulla tua strategia di marketing digitale

La comunicazione video è senz’altro efficace, ma come impatta in termini di tempo e costi nella tua strategia di marketing digitale? Vediamolo insieme.

Nel 2018 sono stati visualizzati 4,3 milioni di video al minuto. Un dato impressionante che lascia pensare. La video comunicazione è il modo più efficace per entrare nella vita degli altri, nel loro smartphone e nelle loro case. Realizzare video però non è sempre semplice e immediato. Dipende dal tipo di video che devi realizzare. I tempi e i costi possono lievitare molto facilmente utilizzando questo tipo di comunicazione. Facciamo alcuni esempi:

Personalmente utilizzo il video molto poco. So che è un errore ma per come sono strutturato nel mio lavoro, faccio fatica a realizzarne. Considerando che faccio tutto completamente da solo (riprese, montaggio ed editing) e che sono un autodidatta completo, riesco a realizzare mediamente tre video al mese. Nel mio caso l’impatto economico è stato investire nel necessario per realizzarli. Acquistare quindi la videocamera, microfoni, luci e software per raggiungere una discreta qualità di produzione. L’impatto più importante è dato però dal tempo necessario per la realizzazione che mediamente si aggira attorno alle 4/6 ore per video.

Tra i vari ambiti dove puoi sfruttare questa modalità comunicativa (utilizzabile praticamente ovunque) c’è senz’altro il commercio elettronico.

Inserire un video dimostrativo di ciò che vuoi vendere all’interno della pagina web del prodotto aumenta senz’altro il tasso di vendita.

Che tu voglia realizzare una video recensione piuttosto che un tutorial sull’utilizzo del prodotto, il dispendio in termini economici e temporali è di certo elevato. Una buona soluzione è quella di investire in uno studio di registrazione interno all’azienda attrezzato per fare riprese ai prodotti. Devi poi individuare la tua risorsa migliore che dovrà metterci la faccia. Inoltre, dovrai pagare uno stipendio a chi si occuperà delle riprese, del montaggio e messa online del contenuto. Considerando che nel commercio il tour over dei prodotti è abitualmente abbastanza veloce, la mole di video da produrre sarà elevata, il che fa pensare a risorse, dentro o fuori l’azienda, impegnate quotidianamente nella realizzazione dei contenuti.

Il suggerimento che posso dare a chi volesse buttarsi in questo tipo di avventura è quello di partire il più leggero possibile, scegliendo prodotti mirati e producendo quel minimo di video che gli consentano di avere un’idea chiara di come questi impattano sulle vendite.

In questo modo sarai in grado di stabilire come la tua audience è sensibile alla video comunicazione senza rischiare troppo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *