Per cosa ti differenzi?

Oggi sono stato ospite di una delle più importanti radio romane, Radio Roma Capitale.

Durante la trasmissione #LiveSocial, mi hanno intervistato sul mio lavoro. Una buona opportunità per aumentare la visibilità e, visto che l’intervista è stata videoregistrata, di avere un video supporto da condividere.

Ho spiegato quali sono i miei punti di forza e in cosa mi contraddistinguo dalla concorrenza che, nel mio caso, è spesso rappresentata dalla molteplicità di agenzie di comunicazione sparse un po’ ovunque sul territorio romano.

Per cosa mi differenzio?

Scrivo questo perché mi ci è voluto un bel po’ per rispondere a questa domanda, e con questo mi riferisco a qualche anno.

Razionalizzare quel è la tua “marcia in più” non è affatto semplice ma, una volta assunta, questa consapevolezza ti pone magicamente in un altro posto, con un’altra prospettiva, dalla quale guardi ai tuoi competitor e ai tuoi clienti in modo completamente diverso.

Ma come raggiungere tale consapevolezza?

Dato per ovvio che devi essere assolutamente competente e sempre aggiornato riguardo il tuo lavoro, puoi cercare la tua ‘marcia in più’ studiando quello che fanno gli altri.

Sottraendo il tuo operato al loro, avrai un dato che potrà essere positivo o negativo.

Per operato non intendo esclusivamente il lavoro, quello pratico, quello di facciata, ma un insieme di aree (lavoro pratico, competenze, capacità empatiche, etc…) che nella loro complessità generano il valore che puoi offrire.

Da qui scaturisce la tua opportunità di individuare la tua ‘marcia in piu’.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *