Campagne Pubblicitarie Online: facciamo luce

Si possono racchiudere tutti i modi di fare campagne pubblicitarie online in due grandi filoni…

Il primo filone è quello delle campagne pubblicitarie PPC (Pay-per-Click), sulle reti dei motori di ricerca.

Attraverso queste campagne pubblicitarie hai l’opportunità di essere trovato – pagando – mentre un tuo probabile cliente sta effettuando una ricerca su Google digitando delle parole chiave sulle quali hai deciso di investire.

Quindi, se imposto una campagna pubblicitaria PPC partecipando ad un’asta sulle parole chiave “Marketing Digitale Roma” ho buona probabilità di comparire tra i primi annunci nelle SERP (Search Engine Result Page) del motore di ricerca. Se un utente clicca il mio annuncio pago il prezzo dell’asta.

Quest’ultimo oscilla continuamente in base al numero e all’investimento dei partecipanti.

Il secondo filone è quello della DDA (Digital Display Advertising). In questo caso i tuoi annunci vengono mostrati sulle reti display offerte dalle varie piattaforme.

Nel caso dei social network, la rete display è rappresentata da vari luoghi nel social network stesso.

Ad esempio Facebook offre la possibilità di far visualizzare i tuoi annunci nella versione desktop del sito e nell’app mobile. Facebook gode anche di un’altra rete esterna al social network denominata Facebook Audience Network che consente di taghettizzare la stessa audience di Facebook al di fuori della piattaforma.

La più grande Rete Display al mondo resta comunque quella di Google che, accoppiata con altri servizi tipo YouTube e GMail, consente di raggiungere miliardi di persone attraverso annunci ospitati da altrettanti siti web (che compongono la Rete Display di Google) che offrono un piccolo spazio nelle loro pagine web dove i tuoi annunci possono essere visualizzati in base al target e interessi di riferimento.

Spesso campagne PPC e DDA convivono nella disciplina del Remarketing in questa sequenza:

Mi trovi sul motore di ricerca (PPC), visiti il mio sito ma non fai ciò che voglio, ti seguo in giro per il web attraverso elenchi di remarketing o codici di tracking (DDA Remarketing).

1 commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *