Qual è il campo di azione del Marketing?

Ti occupi di Marketing? Sono dieci i tipi di entità dove puoi operare. Scopriamoli insieme.

Nel Marketing puoi operare su dieci tipi di entità principali: beni, servizi, eventi, esperienze, persone, luoghi, proprietà, organizzazioni, informazioni e idee. Ecco un rapido esame di queste dieci categorie.

Beni: Si tratta di beni fisici (prodotti) che costituiscono il nucleo centrale delle attività di produzione e marketing nella maggior parte dei paesi. Alcune imprese commercializzano miliardi di prodotti alimentari (freschi, confezionati, inscatolati, surgelati). Altre producono milioni di macchine (automobili, frigoriferi, televisori, etc) e altri beni tipici di una economia moderna.

Servizi: Con l’andar del tempo e il continuo svilupparsi delle economie, una buona percentuale (sempre crescente) di attività, si è concentrata sulla produzione di servizi. L’economia italiana, come anche quella europea e statunitense, è costituita da un 70% di servizi e un 30% di beni. Nei servizi rientrano attività come alberghi, società di autonoleggio, compagnie aeree, parrucchieri ed estetisti, addetti alla manutenzione e riparazioni nonché commercialisti, operatori finanziari, avvocati, ingegneri, medici, sviluppatori di software e, guarda un po, consulenti di management e marketing.

Eventi: Chi si occupa di marketing può promuovere eventi. Molti di questi si svolgono con cadenza regolare, come grandi fiere commerciali, manifestazioni artistiche e anniversari. Esistono poi eventi sportivi globali come le Olimpiadi, la Coppa del Mondo, tutti eventi che sono sempre caratterizzati da un’aggressiva attività promozionale rivolta sia alle imprese, sia al pubblico degli spettatori.

Esperienze: Mescolando insieme vari beni e servizi, un’impresa può creare e commercializzare una vera e propria esperienza. I vari parchi dei divertimenti (Disnayland) ne sono un esempio lampante. Esistono poi le esperienze personalizzate, come ad esempio la Nazionale Cantanti, i vari festival rock e raduni sportivi all’insegna di uno sport in particolare. Un altro esempio tangibile è quello di Eataly che propone (non solo in Italia) un viaggio nell’alta gastronomia italiana.

Persone: Marketing delle celebrità. Tutti dovremmo esserne interessati perché ogni persona dovrebbe provare a diventare un brand.

Luoghi: Tutti gli stati con le loro regioni e città sono in costante competizione per attrarre il maggior numero di turisti. Tra chi si occupa del marketing dei luoghi vi sono specialisti dello sviluppo economico, agenti immobiliari, banche commerciali, associazioni commerciali locali, agenzie pubblicitarie e PR, insomma un vero ecosistema di management territoriale.

Proprietà: Chi detiene la titolarità di un bene fisico o intangibile (per esempio un immobile, oppure azioni e obbligazioni, oppure brevetti od opere d’ingegno), può disporre dello stesso per operazioni di acquisto o vendita e questo richiede inevitabilmente un’attività di marketing. Un esempio pratico sono gli agenti immobiliari che lavorano per i proprietari o gli acquirenti di un immobile, oppure le società d’investimento o le banche che vendono e comprano titoli.

Organizzazioni: Ogni organizzazione opera per costruire nella mente del proprio pubblico obiettivo un’immagine distintiva, forte e positiva di se. Università, musei, organizzazioni artistiche, grandi imprese e società no profit utilizzano il marketing per migliorare la propria immagine pubblica e competere nella ricerca di pubblico e fondi.

Informazioni: Si tratta in sostanza di ciò che libri, scuole e università, come anche il web producono, commercializzano e distribuiscono a pagamento a genitori, studenti e community.

Idee: Ogni offerta di mercato nasce da un’idea. È dunque ragionevole sostenere che tutto il marketing è marketing delle idee e che, allo steso tempo, per veicolare un’idea in un mercato è necessario fare marketing.

Ora che hai preso consapevolezza di quali sono le dieci aree di competenza del marketing puoi, prima di buttarti a capofitto in un’analisi per un tuo cliente, partire da uno studio più generalizzato sulle dinamiche di una specifica area. Sarà un po come capire quale sabbia utilizzare per costruire un castello che non crolli.

1 commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *