Cerca la perfezione e troverai uno stop

La perfezione non esiste. Nel marketing digitale il perfezionismo ti uccide. Vediamo perché…

Se attendi che tutto sia veramente perfetto e completo non andrai mai online.

Giusto ieri ho ricevuto una telefonata da una mia allieva che smania per andare online con la sua campagna pubblicitaria ma, trova sempre un motivo per non partire.

Una volta è la landing page a cui manca qualcosa. Un’altra volta i messaggi follow up sono incompleti. Poi gli annunci GoogleAds non sono soddisfacenti.

Risultato: mesi di preparativi senza vedere il becco d’un risultato.

Scenario analogo si manifesta con alcuni clienti che trovano sempre un motivo per posticipare la messa online del loro progetto. Si attaccano a qualsiasi cosa pur di non partire.

Risultato: tempo e soldi investiti per avere un progetto offline.

Che tu sia un imprenditore che fa tutto da solo o uno che affida la propria visibilità online a qualcun altro, agenzia o consulente, il suggerimento che posso darti è quello di individuare il minimo indispensabile necessario per partire e andare online. Tutto in resto si farà dopo.

C’è un libro intitolato “Lean Startup” di Eric Ries dove viene trattato appunto l’argomento del partire leggeri con quello che viene definito MVP (Minimum Valuable Product) in italiano Il Minimo Prodotto Fattibile.

Con “partire leggeri” s’intende proprio questo: individuare lo stretto necessario per iniziare.

Anche se agli occhi dei perfezionisti questo potrebbe sembrare un approccio leggero e fallimentare, nel mondo online i benefici sono molteplici.

Tanto per cominciare non è detto che il progetto che hai in testa per la tua campagna marketing sia poi effettivamente perfetto. Potrebbe contenere al suo interno delle insidie che non ti aspetti.

Partendo leggero eviti a te stesso di fare tutto il lavoro per poi dover ricominciare da capo qualora ti accorgessi che qualcosa non va.

Hai inoltre il beneficio di poter testare la costruzione del tuo progetto passo dopo passo. Quindi l’introduzione di ogni singolo elemento aggiuntivo, potrà essere assoggettata a test di varia natura. Questo ti consente di capire sin da subito, e con danni contenuti, se l’aggiunta è valida o meno.

Concludendo, non attendere!

Se devi andare online con il tuo nuovo sito, fai anche solo la homepage per bene e vai online.

Al posto di pianificare sin da subito l’invio di 10 messaggi di follow up, parti con uno o anche con zero.

Realizza il tuo MVP e parti prima possibile da quello!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *