Cosa ho comprato l’altra sera su Amazon? Mi serviva davvero?

Il valore del remarketing di Amazon è calcolabile sulla base delle volte che acquistiamo qualcosa che in realtà, non ci è indispensabile.

A volte facciamo una ricerca per pura curiosità e, quando si tratta di shopping, il primo posto dove andare è Amazon.

Apri l’app, fai la tua ricerca, applichi qualche filtro, scrolli la pagina dei risultati, apri qualche prodotto e leggi qualche recensione. Fai le tue valutazioni in termini di prezzo e recensioni sul prodotto. Aggiungi il prodotto al carrello o a una lista ma non concludi l’acquisto. Infondo, si trattava solo di una curiosità.

A questo punto Amazon ha talmente tante informazioni che, per i suoi algoritmi, è iniziato un più o meno lungo countdown che, in buona parte dei casi, si conclude con te che acquisti un oggetto simile a quelli che hai valutato tempo prima, anche se in realtà non ti serve.

Come può avvenire questo? È tutta colpa del remarketing!

Cos’è il remarketing? In sintesi, hai visto qualcosa sul mio sito che può interessarti? Ti perseguito con annunci e strategie promozionali finché non t’induco all’acquisto e, nel caso di Amazon, la persecuzione dura pressoché in eterno.

I sistemi di remarekting di Amazon sono complessi e molto efficienti. Stiamo parlando di una macchina da vendita che non molla la presa neanche fosse un Pitbull da competizione.

Il bombardamento è pressoché omnicanale e 24H 7/7. Email di diverso genere, annunci, promozioni a tempo, promozioni su quantità, le sollecitazioni sono talmente tante che difficilemnte riusciamo a resistere.

Prima o poi, anche se infondo sappiamo che quell’oggetto finirà in un cassetto per non essere mai utilizzato, prendiamo la carta di credito e paghiamo perché non vogliamo farci sfuggire una grande occasione e perché, infondo, cosa sono 20 euro?

Come salvarci da acquisti inutili come questo dell’esempio? Difficile!

Non usare Amazon o simili, non acquistare online, non usare i social network, non usare Internet…e forse ti salvi…ancora per poco…perché tra poco, i cartelloni pubblicitari Smart riconosceranno il tuo viso e ti mostreranno l’annuncio di un prodotto che hai pensato qualche minuto prima.

Remarketing sul pensiero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *