Il Marketing è Guerra

Il campo di battaglia è un luogo umido e di circa 30 centimetri…il cervello umano.

Il posizionamento – quindi la posizione che il tuo brand ha nella testa delle persone – dipende da quanto abili siamo ad avanzare di terreno mentre combattiamo una battaglia dopo l’altra.

Come nelle guerra reale, anche in quella del marketing vi sono invischiati diversi personaggi: generali, eserciti e armi.

I generali sono gli addetti ai lavori, quelli che studiano la concorrenza e mettono in atto tecniche e strategie per batterla.

Gli eserciti sono i canali attraversi i quali possiamo veicolare le azioni di marketing.

Le armi sono gli strumenti e il materiale che abbiamo a disposizione e sul quale possiamo imprimere i nostri messaggi.

In passato, prima dell’avvento di Internet, si sono consumate molte guerre come quella della birra, della coca-cola, delle automobili. All’epoca si combatteva con strumenti rozzi e pochi numeri a disposizione.

Oggi le stesse guerre vengono combattute a suon di tecnologia che ha messo a disposizione dei piccoli eserciti le stesse armi che hanno grandi.

Anche il più piccolo può godere dei mezzi più raffinati per mettere appunto abili tecniche e strategie di marketing.

Siamo nell’era del digitale e la vera grande battaglia che tutti stiamo combattendo è quella dell’innovazione dove la visione gioca un ruolo fondamentale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *