L’insostenibile Pesantezza di Ricordarsi la Password

Raggiungo il sito web; login; password… dimenticata. Quante volte ti è successo? Vediamo perché accade.

Password, token, codici segreti, impronte digitali, riconoscimento facciale, doppia (a volte tripla) autenticazione. A quanto pare, rendere sicuri i nostri accessi è in cima alle priorità dell’industria IT.

Di contro, sembrerebbe che – almeno qui in Italia e secondo la mia modesta esperienza – delle password ci si scorda molto facilmente e se ne farebbe volentieri a meno.

Effettivamente, le password, sono una seccatura e questo ci induce a minimizzare i nostri sforzi per la loro gestione e a fare quasi tutti la stessa cosa: utilizzare sempre la solita, incredibile, introvabile, password. Nulla di più sbagliato!

Il problema è serio. Per ogni servizio che fruisci in rete hai bisogno di una password, e non una qualunque ma, una password sicura che, come una prima donna, necessita di caratteristiche ben precise: lettere maiuscole e minuscole, numeri, caratteri speciali.

Insomma un vero e proprio lavoro. Basta pensare che con la mia azienda di consulenze offriamo un servizio per la gestione delle password per i nostri clienti.

Come rimediare?

Bisogna cambiare abitudini nei confronti delle password. Esistono software (gratuiti e a pagamento) come LastPass che svolgono un ottimo lavoro, alleggerendo la gestione delle password e, al contempo, rendendole più sicure.

Resta ovvio che, è inutile avere un abbonamento a LastPass se poi non si ha l’abitudine di utilizzarlo.

Le password sono importanti. Gli strumenti ci sono. Il resto dipende, come al solito, solo da te.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *