Perché possedere la propria piattaforma per il Food Delivery

Se hai un ristorante, devi avere la tua alternativa a JustEat. Ti spiego perché…

JustEat è la più grande piattaforma la mondo per il FoodDelivery. Per i ristoranti, soprattutto in questo periodo di pandemia, è una vera manna dal cielo.

Ne esistono altre valide come Deliveroo e Glovo, Uber Eat ma, a detta di un mio cliente, il 90% degli ordini arriva da JustEat.

JustEat, almeno qui in Italia, è diventato cultura, abitudine. Difficile scardinare un’abitudine.

Qualche tempo fa, il mio cliente ha rifiutato il mio suggerimento di mettere in piedi la sua piattaforma e-commerce per offrire ai suoi clienti l’alternativa ai grandi brand del food delivery.

La sua obiezione verteva proprio sul “difficile scardinare le abitudini”. A detta sua, mai nessuno utilizzerebbe una piattaforma proprietaria, neanche a fronte di strumenti persuasivi come coupon di sconto.

È certo che convincere le persone a cambiare abitudine è una fatica. Non basta uno sconto.

Allo stesso tempo, so che la perseveranza premia e che, nel medio-lungo termine, l’investimento fatto sulla propria piattaforma darà i suoi risultati.

Possedere la propria piattaforma dove i clienti possono effettuare ordini come fossero su JustEat (o quasi), ti consente di poter gestire catalogo e promozioni in completa autonomia.

Le commissioni sono più basse. So che JustEat applica circa il 15% esclusi i costi pubblicitari. Con la piattaforma proprietaria pagheresti solo le commissioni del GetWay di pagamento (PayPal, Stripe), tra il 3 e il 5%.

Ma il motivo per cui ogni ristorante dovrebbe possedere una propria piatatforma è il controllo.

Che ne sai che domattina JustEat si sveglia e ti chiede il 30% di commissioni, anziché il 15?

Su JustEat e compagni non hai alcun controllo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *