Web Marketing per Avvocati 2

Che azioni di web marketing può fare un avvocato? Ecco il mio punto di vista. Capitolo 2

Proseguo il discorso iniziato con questo articolo e relativo alle best practice per gli avvocati che vogliono promuoversi in rete.

Ricerca

Cosa succede se ti serve un avvocato ma sei così sfigato che non solo non ne hai uno, neanche conosci qualcuno che te lo suggerisce?

Sicuramente vai su Google e ti metti a cercare digitando parole chiave che speri possano farti trovare subito quel che stai cercando.

A questo punto, caro avvocato, come ti vuoi comportare con questo tizio che ti sta cercando su Google?

Quanto detto precedentemente per il passaparola è assolutamente valido anche in questo contesto. L’unica variante è che il tizio in questione non ti conosce e difficilmente ti troverà nella prima pagina di Google.

Cosa fare a questo punto? hai due strade da seguire. Una non preclude l’altra.

Creare una mole talmente importante (e valida) di contenuti di valore e pubblicarli sulle più importanti piattaforme a partire dal tuo blog.
Una sorta di lavoro già descritto nell’ambito del passaparola ma con una produzione serrata e un’attenzione elevata per quel che riguarda il SEO (nel caso del tuo blog) e la qualità dei tuoi video (nel caso di YouTube e altri social).
Lavorando sodo e dando tempo al tempo, in questo modo ci sono buone probabilità che il tuo sito venga intercettato da chi effettua ricerche su Google senza dover pagare un euro al motore di ricerca.

In alternativa, se hai poco tempo ma un po di soldi da investire in digital marketing, puoi fare un funnel di acquisizione contatto e pubblicizzare la tua attività sui motori e social.

Se non sai cos’è un funnel, non preoccuparti, puoi chiedere a me.

A breve un altro episodio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *