Workflow per l’automazione nell’email marketing

Software sempre più raffinati ti consentono di elaborare strategie di email marketing in grado di catturare, coinvolgere e monetizzare. Vediamo come possono aiutarti i workflow per l’automazione.

I workflow per l’automazione delle tue campagne di email marketing sono disponibili in ogni piattaforma. Personalmente utilizzo molto GetResponse, ma potrai trovare le stesse funzionalità delle quali sto per parlarti in buona parte delle piattaforme disponibili sul mercato.

Un workflow di consente di automatizzare in maniera dinamica e intelligente l’invio di messaggi follow up che variano in base al tipo di interazione che l’utente ha avuto con il tuo messaggio.

Le variabili più utilizzate sono quelle relative all’apertura del messaggio e al click che l’utente può fare su un determinato link contenuto nell’e-mail.

In base alle interazioni dell’utente, potrai pianificare una serie di messaggi di follow up più funzionali per la tua strategia e più pertinenti alle aspettative dell’utente stesso.

Ad esempio, puoi inviare al tuo cliente un messaggio di reminder per una tua promozione della quale ha aperto una newsletter ma non ha fatto click sul link.

Nel commercio elettronico questi sistemi sono importantissimi per tracciare cosa avviene durante il processo di vendita e mettere in moto delle strategie per ridurre il tasso di abbandono del carrello. Quindi se un tuo cliente inserisce dei prodotti nel carrello, inizia il processo di checkout ma non conclude la vendita, potrai inviargli delle comunicazioni per spronarlo a completare l’acquisto.

Gli stessi workflow ti consentono di applicare dei tag ai tuoi contatti per tracciare meglio i loro interessi e le loro abitudini. Questo ti può aiutare molto nelle fasi di segmentazione di un funnel di vendita ad esempio, dove, lungo le varie fasi del funnel, solo una parte degli iscritti sarà interessata ad arrivare fino in fondo.

Attraverso i tag potrai segmentare e inviare le tue email solo a coloro che sono realmente interessati a ciò che stai proponendo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *